Comedia Dantis Alighieri

Inferno, Canto Primo

Nel mezzo del cammin di nostra vita

mi ritrovai per una selva oscura,

ché la diritta via era smarrita.

Ma poi ch’i’ fui al piè d’un colle giunto,

là dove terminava quella valle

che m’avea di paura il cor compunto,

guardai in alto e vidi le sue spalle

vestite già de’ raggi del pianeta

che mena dritto altrui per ogne calle.

E come quei che con lena affannata,

uscito fuor del pelago a la riva,

si volge a l’acqua perigliosae guata,

cosí l’animo mio, ch’ancor fuggiva,

si volse a retro a rimirar lo passo

che non lasciò già mai persona viva.

Mentre ch’i’ rovinava in basso loco,

dinanzi a li ochi mi si fu offerto

chi per lungo silenzio parea fioco.